25 giugno 2017
 

1999-00


1999-2000

E' morto «Palmin» Tenerani

il Tirreno — 15 luglio 1999   pagina -1   sezione: CARRARA


CARRARA. Lutto nello sport carrarese per la scomparsa di Ulisse Tenerani, il popolare «Palmin», ex giocatore e figura notissima di dirigente calcistico. Tenerani aveva 89 anni e risiedeva ad Avenza. Dopo una brillante carriera di calciatore, si impegnò molto nel seguire giovani talenti e tutti lo ricordano come appassionato dirigente e direttore sportivo della San Marco negli anni della presidenza Violi. I funerali di «Palmin» si svolgeranno oggi, alle 16,30, ad Avenza.

S. Marco in cerca di riscatto Il trainer Taponecco: «Qui regnerà l'entusiasmo»

il Tirreno — 09 agosto 1999   pagina -1   sezione: MASSA


CARRARA. Presentazione ai tifosi per il nuovo San Marco 1999/2000 che parteciperà al prossimo campionato di Prima categoria. Sembrano lontane anni luce le due stagioni di Eccellenza disputate dalla formazione avenzina appena tre anni orsono. Da lì in poi, purtroppo, solo delusioni su delusioni, risultati negativi, culminati con un doppio ruzzolone attraverso la Promozione sino ad arrivare, ad oggi, nel purgatorio della Prima. Senza dubbio una categoria difficile, che però, agli occhi di esperti ed addetti ai lavori, sta sicuramente stretta alla società rossoblù, abituata a ben altri palcoscenici. La realtà però è questa, inutile negarlo, e per cercare una pronta risalita, al timone della squadra rossoblù è stato chiamato un uomo d'esperienza come Roberto Taponecco, tecnico dalle mille battaglie, che, fin dalle prime battute non lesina certo voglia di riscatto. «Il San Marco quest'anno - dichiara il neomister - sarà una squadra in cui regnerà l'entusiasmo. Sono quasi tutti giovani e solo la voglia di lavorare con grande volontà e spirito di abnegazione ci permetterà di raggiungere determinati risultati». Alla domanda sul modulo che adotterà mister Taponecco nel San Marco del Duemila, risponde che «non ci saranno schemi prefissati ma la forza dell'undici avenzino sarà proprio quello di sapersi adattare ad ogni tipo di avversario». Un San Marco giovane combattivo e versatile quindi, che cercherà da subito di calarsi in un campionato, quello di Prima categoria, sicuramente meno tecnico ma più aggressivo ed agonistico rispetto ad Eccellenza o Promozione. A breve termine la società ha fissato alcune amichevoli con Polisportiva Avenza, Marina di Massa, Tirrenia mentre la Coppa Toscana inizierà il 12 settembre contro Podenzana e Barbarasco. Il campionato infine avrà inizio il prossimo 26 settembre. Questa la rosa del San Marco 1999-2000. Portieri: Andrea Tinfena, Nicola Palombini. Difensori: Gioacchino Bedini, Andrea Biagioni, Andrea Podestà, Alessandro Salsini, Francesco Costa, Thomas Baldi, Paolo Frediani, Davide Rossi, Luca Vaira. Centrocampisti: Emanuele Barbieri, Federico Casani, Davide Cucurnia, Federico Danesi, Simone Fabiani, Gianluca Ficagna, Luca Viviani, Cristiano Bottici, Alessandro Rossi, Michele Ragnoni, Marco Marcucci. Attaccanti: Davide Bonelli, Giorgio Orsolino, Claudio Salvetti, Gianfranco Pedrazzi, Emanuele Bertola. Allenatore: Roberto Taponecco. Massaggiatore: Roberto Musetti. Allenatore portieri: Valerio Ficagna. Presidente: Lucio Tinfena. Vicepresidenti: Giorgio Paglini e Lucio Grassi. -

Prosegue la preparazione alla Covetta San Marco al via con tante ambizioni Taponecco ci crede

il Tirreno — 25 agosto 1999   pagina -1   sezione: SPORT


CARRARA. Il San Marco è tornato al lavoro per preparare la nuova stagione nel campionato di Prima categoria. I rossoblù si stanno allenando presso l'impianto della Covetta sotto la guida di Roberto Taponecco. «La squadra - dichiara il neo allenatore avenzino - sta assimilando molto bene le direttive ed i nuovi programmi. E' chiaro che c'e' da dimenticare al più presto il passato e tuffarci con grande spirito di volontà in questa nuova avventura.» Ovvio che per il San Marco la doppia caduta dal campionato di Eccellenza alla Prima categoria sia stata senza ombra di dubbio un carico psicologico negativo che alcuni giocatori rischiano di portare ancora con sè. «Il gruppo è unito - continua Taponecco - e soprattutto molto giovane. Fino dalle prime sedute di allenamento sono stato molto chiaro con i parecchi juniores che formano la rosa: impegno e serietà, perchè la Prima categoria è un bel trampolino di lancio e in questo San Marco vi sono elementi che potrebbero fare un bel salto di qualità in categorie superiori. Tutto questo si ottiene soltanto dando il massimo domenica dopo domenica nell'interesse sia personale che in quello del San Marco Avenza». I rossoblù hanno in programma alcune amichevoli tra cui quella che disputeranno questa sera a Terrarossa contro la compagine locale che milita in Seconda categoria. Nella partitella in famiglia tra San Marco «Blu» e San Marco «Rosso» mister Taponecco ha intanto provato tutti gli elementi a disposizione: in evidenza i giovani Danesi, Cucurnia ed Orsolino. S.Marco R.- S.Marco B.1-1 SAN MARCO ROSSO: Mariani, Fabiani, Cucurnia, Baldi, Vaira, Viviani, Bonelli, Orsolino, Danesi, Vanelli, Bogazzi. SAN MARCO BLU: Palombini, Costa, Biagioni, Podestà, Rossi, Casani, Frediani, Salvetti, BArbieri, Ragnoni, Bottici. RETI: Bonelli, Frediani. (nicola morosini)

AVENZA San Marco in lutto per la morte di Vittorio «Cipolla» Menconi

il Tirreno — 06 settembre 1999   pagina -1   sezione: CARRARA


CARRARA. Si è spento ieri mattina Vittorio Menconi, detto «Cipolla», indimenticato giocatore del San Marco degli anni '50. Portiere di innate qualità, Menconi sembrava destinato a una brillante carriera. La guerra mondiale aveva interrotto la sua ascesa, ma, finito il conflitto, era in procinto di passare al Mantova (allora in serie A). Un brutto infortunio sul lavoro lo frenò definitivamente. L'amore per il pallone e per il San Marco di «Cipolla» rimase tuttavia fortissimo. Divenne così allenatore e sotto la sua guida crebbero giocatori come Giorgio Morini, Marcello Grassi e Mario Menconi. E' di questo periodo la nascita del suo secondo soprannome: «Battala tu». Negli ultimi anni, Menconi divenne dirigente del San Marco. Aveva 84 anni, i funerali si svolgono oggi alle 16 dalla sua abitazione in via Villafranca.

COPPA TOSCANA San Marco espugna Barbarasco e si prepara a un campionato doc

il Tirreno — 16 settembre 1999   pagina -1   sezione: SPORT


CARRARA. Importante vittoria quella ottenuta domenica scorsa dal San Marco Avenza sul difficile campo di Barbarasco. Nella seconda giornata del triangolare di Coppa Toscana i rossoblù di mister Taponecco riescono infatti a conquistare i tre punti su uno dei campi più difficili della Lunigiana. Il 2-0 finale rende bene l'idea del dominio territoriale del San Marco, che piano piano sta trovando i giusti ritmi e sta assimilamdo gli schemi voluti dal tecnico. Soddisfatto Taponecco, dopo la prova dei suoi uomini: «La squadra sta crescendo a vista d'occhio, sono molto contento del risultato. Non siamo ancora al top della condizione, ma poco ci manca. Credo che il San Marco abbia tutte le carte in regola per disputare un'ottima stagione». L'allenatore avenzino «legge» i prossimi impegni: quello di domenica con il Podenzana e l'inizio del campionato. «Un pareggio con il Podenzana ci potrebbe bastare, ma noi giocheremo per vincere, anche se non bisogna assolutamente sottovalutare l'avversario. Il 26 inizia il campionato di 1a categoria, un torneo che si preannuncia molto equilibrato. Per quanto riguarda la vittoria finale le squadre che vedo come favorite sono il Candia Rc e il Montignoso, ma potrebbe anche esserci la sopresa del Piazza al Serchio. Comunque, il campionato è ancora tutto da giocare e sono certo che anche a noi darà molte soddisfazioni». Appuntamento, quindi, per domenica, alle 16, per il match conclusivo del primo turno di Coppa Toscana contro il Podenzana. Un test probante per verificare le reali condizioni del complesso avenzino a una settimana dall'inizio del campionato. (Nicola Morosini)

S. Marco Avenza super, Podenzana demotivato

il Tirreno — 20 settembre 1999   pagina -1   sezione: SPORT


SAN MARCO AVENZA PODENZANA 4 0 SAN MARCO: Matriani, Biagioni, Vaira, Rossi, Costa, Cucurnia, Danesi, Frediani, Barbieri, Salvetti, Bonelli. (A disp. Palombini, Bedini, Masini, Fabiani, Viviani, Parisi, Baldi). Allenatore: Taponecco. PODENZANA: Brocini, Calevro, Politi, Anelli, Casavecchi, Caiti, Casoni, Pinelli, Storti, Centofanti, Cia. (A disp. Natali, Cargiolli, Bucchioni, Santini, Pellegrini, Zuni, Bonaguidi). ARBITRO: Conserva di Carrara. RETI: 15' (rigore) e 73' (rigore) Salvetti, 27' Frediani, 53' Bonelli. CARRARA. Con una prestazione di spessore, il San Marco Avenza annienta (4-0) un rinunciatario Podenzana e si aggiudica così il passaggio del turno di Coppa Toscana, nel triangolare che vedeva in lizza anche il Barbarasco. Un match tutto rossoblù, con gli ospiti lunigianesi praticamente giunti alla «Covetta» senza ormai stimoli, in quanto anche con una vittoria non avrebbero potuto conquistare la qualificazione. Gran merito del successo dei locali va assegnato a uno scatenato Salvetti: il giovane fantasista rossoblù non solo trasformava due rigori, ma ispirava anche quasi tutte le azioni offensive. Nicola Morosini

San Marco Avenza passa con il Pieve Fosciana

il Tirreno — 27 settembre 1999   pagina -1   sezione: SPORT


PIEVE FOSCIANA S.MARCO AVENZA 0 1 PIEVE FOSCIANA: Valdrighi, Lartini, Marroni, Virgili, Bertolini, Ferrando, Toni, Savoli, Lemmi (Gaspari), Bravi, Bonini. All. Lupi. A. MARCO AVENZA: Mariani, Biagioni, Vaira, Bedini, Costa, Cucurnia (Fabbiani), Donesi, Frediani, Barbieri (Masini), Salvetti, Bottici (Benelli). All. Taponeco. ARBITRO: Nanchi di Pisa. RETE: al 43' Salvetti. PIEVE FOSCIANA. Il San Marco Avenza con una rete realizzata direttamente su calcio di punizione a due in area di rigore da Salvetti, espugna il terreno del Pieve Fosciana ottenendo il primo successo all'esordio nel campionato di Prima categoria, dopo l'amara retrocessione dal campionato di Promozione. La sconfitta sicuramente è bugiarda o perlomeno i padroni di casa avrebbero meritato almeno il pareggio per le grandi azioni da gol che hanno creato ma che non sono riusciti a concretizzare. Di fatto la supremazia dei padroni di casa è stata abbastanza evidente per tutto l'arco dei novanta minuti, ma chi sbaglia paga, ed i troppi errori in fase di realizzazione hanno penalizzato il Pieve Fosciana di Lupi fino a lasciatlo a mani vuote, anche se la squadra nel complesso non ha demeritato. Ma, come si sa, poi nel calcio contano i gol e il S. Marco Avenza è riuscito a realizzarlo con questa punizione a due calciata in area da Salvetti che ha sorpreso il portiere Valdrighi. I padroni di casa hanno costruito almeno 10 palle-gol nitide, ma prima Bertolini, poi Savoli, poi Lemmi, poi Toni hanno a più non posso messo in seria difficoltà il portiere Mariani. Con questo non vogliamo dire che il S. Marco Avenza ha rubato i tre punti, ma sicuramente il pareggio sarebbe stato il risultato che avrebbe rispecchiato meglio e più fedelmente l'andamento generale della gara. Negli ultimi dieci minuti è stato davvero straordinario il forcing finale dei padroni di casa che però non sono riusciti ad ottenere l'1-1. (l.b.)

Una tripletta di Salvetti e il S. Marco Avenza vola

il Tirreno — 04 ottobre 1999   pagina -1   sezione: SPORT


SAN MARCO M. PIETRASANTA 3 2 SAN MARCO: Mariani, Biagioni, Vaira, Bedini, Fabbiani, Cucurnia, Danesi, Frediani, Bottici, Salvetti, Barbieri. (A disp. Palombini, Bonelli, Pegoraro, Masini, Baldi, Parisi). All. Taponecco. MARINA DI PIETRASANTA: Tommasi, Pennoni, Simonelli, Pasquini R., Maganzi, Pasquini A., Felici, Menchetti, Anselmi, Lorenzetti, Benassi. (A disp. Lavorini, Baglini, Pellegrini, Lupoli, Tancredi, Biancalani, Quadrelli). All. Matteoli. ARBITRO Crocetti di Pisa. RETI: 11', 19' e 88' Salvetti, 41' Benassi, 92' Menchetti. CARRARA. Un grande Salvetti trascina il San Marco contro un coriaceo Marina di Pietrasanta. Il fantasista rossoblù esce fra gli applausi a scena aperta del pubblico della Covetta, dopo una prestazione di notevole spessore, culminata in una tripletta che lo porta al vertice della classifica cannonieri, a quota quattro, dopo sole due giornate. Parte forte il San Marco, che passa all'11' su calcio di rigore decretato dall'arbitro per atterramento di Bottici. Salvetti trasforma dagli undici metri. Lo stesso giocatore, otto minuti dopo, ben servito da Bottici, raddoppia con un preciso colpo di testa. Il Marina di Pietrasanta, complice anche un comprensibile calo del San Marco, ritorna in partita, grazie a un'inzuccata di Benassi a 4' minuti dal termine del primo tempo. Ripresa con gli ospiti che cercano disperatamente il pareggio. A 5' dal termine il direttore di gara giudica involontario un fallo di mano in area avenzina e sul capovolgimento di fronte, in contropiede Salvetti mette al sicuro il risultato con un tocco facile a portiere battuto. Solo in pieno recupero gli ospiti riescono ad andare a segno, con Menchetti, ma ormai non c'è più tempo per recuperare. Anche se sofferta, una vittoria meritata quella del San Marco, che si conferma primo in classifica a punteggio pieno. Significativo, dopo il terzo gol di Salvetti, l'abbraccio di tutta la squadra a mister Taponecco, artefice di un avvio di campionato senza dubbio esaltante. Nicola Morosini

S. Marco Avenza, decide tutto il solito Claudio Salvetti Contro il Candia in Coppa la vittoria di misura conferma il buono stato di forma

il Tirreno — 07 ottobre 1999   pagina -1   sezione: SPORT


SAN MARCO CANDIA 1 0 SAN MARCO: Mariani, Biagioni, Vaira, Rossi, Bedini, Pegoraro, Danesi, Frediani, Bottici, Salvetti, Barbieri. A disp.: Palombini, Bonelli, Cucumia, Frediani, Viviani, Parisi, Baldi. All.: Taponecco. CANDIA RC: Alberti R., Trombella, Alberti F., Vita, Galloni, Fruzzetti, Bertini, Pucci, De Angeli, Mosti, Fini. A disp.: Baldassarri, Tonazzini, Haregu, Bonini, Mazzanti, Della Longa. All.: Ramagini. ARBITRO: Grilli di Lucca. RETI: 44' Salvetti. di Nicola Morosini CARRARA. Grande prova di carattere da parte del San Marco. I rossoblù di mister Taponecco riescono nell'impresa di piegare il Candia Rc alla Covetta nel match di andata di Coppa Toscana. Protagonista dell'incontro ancora lui, Claudio «Genio» Salvetti autore della rete che ad un minuto del termine del primo tempo ha consegnato agli avenzini il primo round della sfida. Fase di studio in avvio di partita causa anche il caldo che si faceva sentire in campo. Emozioni al contagocce con le due squadre intente a studiarsi ed a non scoprirsi troppo. Episodi degni di cronaca due tiri nello specchio della porta uno per parte ed un serio incidente al massese De Angeli dopo 28' colpio accidentalmente in uno scontro di gioco tanto che ha dovuto ricorrere alle cure mediche. Ad un minuto dal termine della prima frazione la rete che ha deciso il match: Salvetti in piena area di rigore è lesto a cogliere un preciso traversone dalla destra e ad insaccare. Ripresa con il Candia che cerca di venire fuori anche se in modo disordinato. Al 67' Galloni spara fuori, mentre tre minuti dopo una punizione di Trombetta esce di poco. Il San Marco sfiora il raddoppio con Bottici che manda a lato da buona posizione, mentre Bonelli spedisce a lato allo scadere.

Montignoso costretto a recriminare punto prezioso per il S. Marco Avenza

il Tirreno — 11 ottobre 1999   pagina -1   sezione: SPORT


MONTIGNOSO SAN MARCO 1 1 MONTIGNOSO: Zoppi, Cherubini, Coli, Bellè, Giannini, De Biase, Baldi, Bertolini, Piccini, Grillotti, Mignani. A disp.: Giannetti, Cima, Della Bona, Magnani, Guadagnucci, Martinelli, Magnani II. All.: Lenzetti. SAN MARCO AVENZA: Mariani, Biagioni, Vaira, Rossi, Pegoraro, Cucurnia, Danesi, Frediani, Botticini, Salvetti, Barbieri. A disp.: Pacombini, Bedini, Binelli, Fabbiani, Viviani, Masini, Parisi. All.: Taponecco. ARBITRO: Brandi di San Giovanni Valdarno. RETI: al 30' Salvetti, all'85' Giannini. NOTE: 84' espulso Salvetti. MONTIGNOSO. L'atteso incontro fra il Montignoso ed il San Marco Avenza attuale ledear della classsifica, è finito con una rete per parte. E' stata una gara giocata con molto agonismo da entrambe le formazioni e il publico non ha avuto modi di annoiarsi. Ma è stata anche una partita dove è accaduto di tutto: i rossoblù locali possono rimpiangere le occasioni perdute (almeno otto le occasioni da rete sprecate) e recriminare su qualche errore del direttore di gara. I montignosini reclamano infatti per la mancata concessione di due calci di rigore. La prima parte della contesa è tutta di marca montignosina. Già al 10' Mignani si trova sul piede un assist, ma il suo tiro ha mandato la sfera a lambire il palo. Poi è stata la volta di Grillotti al 21', che si smarca bene e tira, ma la palla finisce direttamente in braccio al portiere. Sempre lo stesso Grillotti al 27', in una azione, viene atterratto in area, reclama il penalty, ma l'arbitro fa cenno di proseguire. Il San Marco dopo le prime «avances» pressa al centro e con un veloce contropiede di Salvetti si porta in piena area: stop e preciso rasotera che batte l'incolpevole Zoppi. Il Montignoso reagisce con tutto il suo organico e tenta di raggiungere il pareggio, ma la prima frazione di gara finisce con gli avenzini in vantaggio. La squadra ospite inizia bene il secondo tempo, ma il Montignoso riesce a serrare le fila e a riprendere l'offensiva. Attacchi che non si concretizzano al 59' quando un difensore del San Marco Avenza stoppa la sfera con una mano in piena area di rigore, ma anche in questa occasione per l'arbitro è tutto regolare. All'80' Fabbiani sbaglia la palla del 2-0 e come avviene spesso nel calcio arriva il pareggio dei locali: Giannini con un preciso bolide da circa 20 metri infilza sulla sinistra Mariani ristabilendo le sorti della contesa.

La squadra di Tedeschi ha tenuto a lungo le redini della gara, ma non è riuscita a sfruttare le occasioni più ghiotte Primo pareggio casalingo del S. Marco col Centrolido

il Tirreno — 18 ottobre 1999   pagina -1   sezione: SPORT


SAN MARCO AVENZA CENTROLIDO 0 0 SAN MARCO: Mariani, Biagioni, Vaira, Bedini, Barbieri, Cucurnia, Danesi, Frediani, Bottici, Pegoraro, Bonelli. A disp. Palombini, Costa, Masini, Fabbiani, Rossi, Viviani, Parisi. All. Taponecco. CENTROLIDO NATIONAL: Bani, Lippi, Benedetti, Raffaetà, Balloni, Marcucci, Pucci, Lamperi, Farina, Ventura, Valentini. A disp. Cappelli, Piaceri, Rosi, Azioni, Galli, Muro. All. Tedeschi. ARBITRO: Aresca di Firenze. CARRARA. Primo pareggio casalingo del San Marco che non va oltre lo 0-0 contro un Centrolido che a larghi tratti del match ha tenuto in mano le redini del gioco anche se il pareggio appare sicuramente il risultato più giusto viste le occasioni che entrambe le formazioni hanno avuto nell'arco dei novanta minuti dell'incontro disputato di fronte a pochi intimi. Privi di bomber «Genio» Salvetti, squalificato, i rossoblù non sono apparsi molto lucidi in fase conclusiva anche se non sono mancate le occasioni per portare a casa i tre punti. Primo tempo di marca ospite con Farina che in almeno due occasioni si faceva parare le conclusioni a rete da un ottimo Mariani. L'occasione più ghiotta al 39' quando, da un cross dalla destra, Pucci colpisce di testa e manda di poco a lato con Mariani ormai battuto. Per il San Marco un colpo di testa di Bottici paraLo da Bani. Ripresa con gli avenzini più intraprendenti e vicini al gol in almeno due occasioni la più clamorosa delle quali al 38' quando Bottici serviva benissimo Barbieri; l'attaccante sparava a rete ma Bani era lesto a respingere e da pochi passi Bonelli falliva la più clamorosa delle occasioni che avrebbe potuto portare ad una vittoria ormai insperata: in ogni caso un punto che accontenta entrambe le squadre. Nicola Morosini

San Marco, ma che batosta a Podenzana Ridimensionati gli avenzini rossoblù

il Tirreno — 28 ottobre 1999   pagina -1   sezione: SPORT


CARRARA. Pesante battuta d'arresto per il San Marco nel quinto turno del campionato di Prima categoria girone A. I rossoblù di mister Taponecco escono con le classiche «ossa rotte» da Podenzana. Una pesante sconfitta per 3-1 che ridimensiona la truppa di bomber Salvetti e soci. E quindi, al contrario lancia in vetta alla graduatoria i sorprendenti biancazzurri lunigianesi, autori di una prova tutta carattere capaci di affondare i colpi per ben tre volte portandosi sul 3-0, sino a quando con un'autorete su colpo di testa di Bottici il San Marco coglieva il punto della bandiera. La chiave del ko, mister Taponecco la trova nel fatto che i rossoblù non hanno saputo trarre vantaggio dalle numerose palle inattive, cosa che invece i lunigianesi hanno saputo fare nel migliore dei modi. Archiviato senza particolari traumi il passo falso al "Panigaccio" la squadra si sta allenando a ritmo serrato alla Covetta, in attesa del prossimo match casalingo di domenica prossima quando sul terreno di Avenza scendere il Romagnano. Terzo match tra le due squadre che si sono già incontrate nel mese di ottobre per due volte nel secondo turno di Coppa Toscana. Il doppio confronto aveva premiato il San Marco che all'andata si era imposto per 1-0 mentre a Romagnano era stato sconfitto con lo stesso punteggio dopo i novanta minuti ma si era saputo imporre ai calci di rigore. Partita difficile quindi contro una delle formazioni che mister Taponecco ad inizio stagione aveva annoverato tra le serie candidate al passaggio di categoria. Dopo il ko di domenica scorsa il san Marco scende a metà classifica mentre anche il Romagnano non ride: clamorosa sconfitta interna contro il Barga. - Nicola Morosini

In campo poca tecnica e fin troppo agonismo: otto cartellini gialli Romagnano Candia passa di misura Per S. Marco non mancano i problemi

il Tirreno — 01 novembre 1999   pagina -1   sezione: SPORT


ROMAGNANO CANDIA: Alberti, Mazzoni, Borrini, Giannuzzi, Galloni, Trombella, Bertozzi, Mosti, De Angeli, Vignali, Tonazzini. A disp. Baldassarri, Segnani, Pucci, Fruzzetti, Vita, Fini. All. Ramagini. ARBITRO: signorina Ciulli di Firenze. RETE: 45'Vignali. AVENZA. Prima sconfitta interna per il San Marco che deve cedere ai massesi del Romagnano Candia Rc al termine di una brutta partita priva di grosse emozioni se si esclude il gol degli ospiti all'ultimo minuto del primo tempo. Match scialbo, a ritmi abbastanza alti con molto agonismo tra le parti, forse troppo, tutto a danno della tecnica per uno spettacolo decisamente scadente. Un primo tempo giocato più per non prenderle che per darle con le due formazioni a studiarsi nelle rispettive tre quarti. Quaranta minuti soporiferi se si escludono alcune timide conclusioni per parte sino alla rete che ha deciso il match. E' il 45': punizione dal limite per gli ospiti, batte capitan Vignali che lascia secco Mariani. Ripresa con i rossoblù di mister Taponecco all'affannosa ricerca del pareggio ma in modo troppo precipitoso e prevedibile, con lunghissimi lanci dalla difesa a scavalcare il centrocampo per la testa di Bottici, solo a predicare nel deserto complice anche la giornata totalmente anonima di "Genio" Salvetti. Il Candia Rc si difende ordinatamente senza correre particolari pericoli anche se la partita non cattiva, si innervosisce ed alla fine risulteranno ben otto i cartellini gialli estratti dalla signorina Ciulli al termine della gara. Per il Candia tre punti importanti per la risalita verso i vertici della graduatoria mentre per il San Marco che per volontà ma solo per quello avrebbe meritato il pari, seconda sconfitta consecutiva. Nicola Morosini

S. Marco sconfitto a Vecchiano Ma il risultato non pregiudica il passaggio del turno

il Tirreno — 04 novembre 1999   pagina -1   sezione: SPORT


VECCHIANESI SAN MARCO 3 2 VECCHIANO: Cecchi, Vannozzi, Mattei, Giuliacci, Giannelli (29' s.t. Mainardi), Pisani, Nelisi, Talini, Castiglione (1' s.t. Saieva), Zanna (1' s.t. Coli), Nassi., A disp.: Cammilli, Boschetti, Fatticcioni. Allenatore Cardelli. S.M.AVENZA: Mariani, Biagioli, Vaira, Rossi, Barbieri, Cucurnia, Danesi, Frediani, Bonelli, Pecoraro (14' s.t. Fabbriani), Pieri (12' s.t. Bedini). A disp. Parisi, Salvetti, Baldi, Sorbi. All. Taponeco. ARBITRO: Vetrini di Firenze. RETI: pt 26' Bonelli, 35' Giannelli (aut.); st 2' Giannelli, 6' Nassi, 19' Melisi. NOTE: espulso al 29' st Giuliacci, al 32' st Cecchi para un calcio di rigore. VECCHIANO. Sconfitta di misura, nella gara di andata dei sedicesimi di finale di Coppa Toscana, del San Marco, al quale nel ritorno, previsto per il 17 prossimo alla «Covetta» basterà vincere col minimo scarto senza subire più di due gol per superare il turno. Ma vediamo la cronaca dell'incontro. Sotto un'incessante pioggia, le due squadre si affrontano a viso aperto. Il primo tempo è dominato dai ragazzi di Taponecco che vanno all'intervallo in vantaggio per 2 a 0: al 26' in contropiede Bonelli supera Cecchi, al 35' su punizione dalla trequarti a favore degli ospiti, il tocco di Giannelli spiazza il proprio portiere. Nella ripresa il Vecchiano entra in campo con maggiori stimoli e accorcia subito le distanze con un bolide di Nelli. Il pareggio arriva con un insidioso corner, poi il gol-vittoria di Melisi.

Borgo a Mozzano, reti a go-go San Marco si batte ma alla fine cede

il Tirreno — 08 novembre 1999   pagina -1   sezione: SPORT


BORGO A MOZZANO S.MARCO AVENZA 3 0 BORGO A MOZZANO: Pellegrini, Buffetto, Cinerai, Guidotti, Pollastrini, Cucurgna, Serafini, Meschi, Basili, Moriconi, Lencioni (86' Panicali). Allenatore: Vanni. SAN MARCO AVENZA: Mariani, Biagioni, Costa, Frediani, Barbieri, Pecoraro (70' Rossi), Danesi (70' Cucurgna), Pieri, Bottici (80' Masini), Salvetti, Bonelli. Allenatore: Tabonecco. ARBITRO: De Simone di Firenze. RETI: al 24' Basili, al 71' Lencioni, al 79' Basili. BORGO A MOZZANO. Con una splendida doppietta di super Mario Basili ed un bel colpo di testa di Lencioni, il Borgo a Mozzano batte con pieno merito un buon San Marco Avenza in una bella gara disturbata a tratti da un forte vento. Ottima la performance di tutti i ragazzi di mister Vanni con un Cucurnia insuperabile in difesa assieme a Buffetto e Pollastrini, con Guidotti abile orchestratore del centrocampo ed in avanti un incontenibile Basili. Ma tutta la squadra merita un elogio incondizionato. Buona, malgrado il risultato, anche la gara del San Marco Avenza, una squadra giovane e capace di buone trame che si è espressa ieri nel suo miglior gioco nei primi venti minuti della ripresa cedendo successivamente nel finale alla maggiore forza del Borgo. Inizia con decisione il Borgo a Mozzano e nei primi 3' Mariani compie due autentiche prodezze riuscendo a parare due bordate di Basili. Al 18' un bel servizio di Lencioni mette Cinerai in condizione di battere a rete ma il suo bel tiro sfiora la traversa. Al 24' il Borgo va in vantaggio con una bella punizione di Basili che sfiora l'ultimo uomo della barriera e si insacca nell'angolo basso alla sinistra di Mariani. Nella ripresa al 48' buona occasione per gli ospiti con Danesi ma Pellegrini para con sicurezza e si ripete un minuto dopo su tiro in diagonale di Bonelli. Al 71' arriva il raddoppio del Borgo con un bel colpo di testa di Lencioni a conclusione di una bella azione condotta sulla sinistra da Cinerai e Moriconi suggella il risultato: al 79' la terza rete siglata da Basili che su ottimo suggerimento di Moriconi entra in area, evita il portiere in uscita ed anticipando due difensori che stanno rinvenendo su di lui deposita in rete a porta vuota. Veramente un bel gol, dunque, a conclusione di una buona prova della squadra nel suo complesso.

Il San Marco passa il turno Poker di Salvetti in Coppa contro il Vecchianesi

il Tirreno — 18 novembre 1999   pagina -1   sezione: SPORT


CARRARA. SAN MARCO-VECCHIANESI 4-2 SAN MARCO: Tenerani, Costa, Biagioni, Frediani, Rossi, Barbieri, Danesi, Cucurnia, Bonelli, Salvetti, Pieri. A disp. Frediani, Bottici, Bedini, Fabbiani, Parisi, Masini, Baldi. VECCHIANESI: Cecchi, Vannozzi, Mannardi, Mattei, Antonioli, Pisani, Boschetti, Fatticcioni, Sveva, Coli, Castiglione. A disp. Camilli, Dibugno, Melisi, Nassi. ARBITRO: Biagetti di Lucca. RETI: 17' Sveva, 38'(r), 45', 62' e 89'(r) Salvetti, 80'Pisani(r). NOTE: Campo pesante, espulsi Fatticcioni e Castiglione. CARRARA- Girandola di emozioni, tre rigori due espulsioni e la qualificazione al quarto turno di Coppa Toscana perennemente in bilico. Ma Claudio «Genio» Salvetti è tornato. Ad affondare il Vecchianesi sotto una pioggia di reti è stato proprio lui il fantasista rossoblu. Quattro volte a segno: due su rigore, una su punizione e una su azione e per la formazione nerazzurra pisana è calato anticipatamente il buio. Gli ospiti erano riusciti ad andare a segno per primi con una rete di Sveva al 17'. Di qui la rabbiosa reazione della squadra rossoblu che macinava gioco e azioni fino al pareggio su calcio di rigore al 38' trasformato con freddezza dal Genio. A questo punto il Vecchianesi si sgonfia e Salvetti, ancora lui, allo scadere della prima frazione trova il jolly con una punizione dal limite che batte Cecchi per la rete del 2-1. La qualificazione passa dalle parti di Avenza e vi resta ancora più saldamente al 62' quando Salvetti realizza la rete del 3-1. Partita conclusa? Neppure per idea. I pisani hanno un guizzo d'orgoglio e a dieci minuti dal termine trovano la rete del 2-3 su rigore trasformato da Pisani. Neppure il tempo di pensare ai supplementari che il San Marco trova il rigore che permette a Salvetti di realizzare la rete del 4-2, il superamento del turno di Coppa Toscana. (Nicola Morosini)

Coreglia piega l'Avenza tra infinite polemiche

il Tirreno — 22 novembre 1999   pagina -1   sezione: SPORT


COREGLIA S. MARCO AVENZA 2 0 COREGLIA: Franceschini, Pierantoni, Verzani, Bertoncini, Belmonte, Pellegrini, Viviani (86' Pucci), Giuliani, Dal Porto, Marchetti, Cacicia (65' Togneri). All: Cardella. SAN MARCO AVENZA: Mariani, Biagioni, Vaira, Costa, Cucurnia, Frediani, Barbieri (85' Masini), Danesi (77' Parisi), Benelli (58' Pecoraro), Salvetti, Pieri. All: Taponeco. ARBITRO: Piccinelli di Prato. RETI: 18' Cacicia, 88' Dal Porto. COREGLIA. Su un campo pesantissimo e sotto un freddo glaciale il Coreglia batte il San Marco Avenza per 2 a 0 ma con due episodi che hanno mandato su tutte le furie la formazione ospite. Dicevamo di questi due episodi molto contestati dagli ospiti e addirittura sul secondo gol Dapporto in netto fuorigioco ha portato il direttore di gara ad ammonire ben 7 giocatori del San Marco e l'altro episodio quello al 18' quando Cacicia ha portato in vantaggio il Coreglia ma secondo i difensori del San Marco Avenza la palla calciata da Cacicia non aveva varcato tutta la linea bianca. Sta di fatto che il direttore di gara in entrambe le occasioni è stato molto deciso e che così convalidato le due reti. Passando alla cronaca dopo un inizio abbastanza di equilibrio e di studio fra le due formazioni, al 18' arriva l'episodio che porta il Coreglia in vantaggio: Dal Porto in diagonale tira, corta respinta, Cacicia riprende al via e tira a botta sicura, Barbieri sulla linea o forse oltre tenta di salvare ma per l'arbitro è dentro, quindi vantaggio del Coreglia. Al 24' e al 29' è Salvetti a chiamare il portiere Franceschini a due grandi parate che salvano il Coreglia dall'1 a 1. Si passa alla ripresa, al 53' Cacicia tenta con un gran diagonale ma mette in calcio d'angolo Mariani, ancora al 70' Cacicia scatta sul filo del fuori gioco ma si fa respingere il tiro dal portiere Mariani e poi si arriva all'88', da un lungo rilancio Dal Porto in almeno cinque metri in fuorigioco dal limite, trova la botta molto forte che si va ad infilare al sette alla destra del portiere Mariani. Su questo episodio San Marco Avenza che protesta troppo vivacemente e ben sette giocatori finiscono sul taccuino del direttore di gara.

San Marco nei guai Stiava un po' di respiro

il Tirreno — 29 novembre 1999   pagina -1   sezione: SPORT


SAN MARCO STIAVA 0 2 SAN MARCO: Mariani, Biagioni, Lucetti, Costa, Barbieri, Cucurnia, Danesi, Frediani, Bottici, Pieri, Cipri. A disp. Tenerani, Bonelli, Bedini, Masini, Vaira, Rossi, Pegoraro. STIAVA: Pucci, Bertacca, Bianchi, Petracci, Michelotti, Lippi, D'Andrea, Romani, Burroni, Fubiani, Del Pistoia. A disp. Pellegrini, Schiattarella, Moschetti, Cerri, Giuliani, Gragnani. All. Neri. ARBITRO: Scarlatti di Firenze. RETI: 30' D'Andrea, 13' s.t. Del Pistoia. AVENZA. Ennesina sconfitta casalinga da parte del San Marco che non riesce a sfruttare una buona occasione per togliersi dalle zone padulose della classifica. Lo Stiava molto più concreto in fase offensiva riesce a uscire dal terreno della Covetta con un successo tutto meritato che rilancia in una posizione più tranquilla la formazione Pistoiese. La cronaca: parte forte lo Stiava che con almeno due conclusioni dal limite va vicinissimo al vantaggio. Uno Stiava più determinato ed un San Marco pronto ad agire in contropiede. Parecchie occasione da entrambe le parti e al 30' con una punizione di Romani impegna il portiere del San Marco che smanaccia la palla ed è lesto D'Andrea ad infilare nell'angolini per il vantaggio ospite. E di qui a fine del primo tempo il San Marco cerca una rabbiosa reazione ma è molto confusionaria in fase offensiva e non riesce a stabilire la parità. Ripresa con lo Stiava che controlla la gara e i padroni di casa alla disperata ricerca della rete del pareggio. Al 3' una punizione di Danesi parata dal portiere, 2' dopo è lo Stiava è a impegnare con un forte tiro di D'Andrea il portiere Mariani e al 13' un contropiede fulminante degli ospiti porta il numero 11 Del Pistoia a realizzare una facile rete su assist di D'Andrea, rete del KO che chiude praticamente la partita. Per il San Marco una grossa occasione giunge al 30' quando il signor Scarlatti decreta un calcio di rigore ma Bottici dagli undici metri si fa parare la conclusione dal portiere Pucci. Per il San Marco ennesima sconfitta e per lo Stiava tre punti d'oro. Nicola Morosini

Avenza tutto cuore recupera e batte il Barga

il Tirreno — 06 dicembre 1999   pagina -1   sezione: SPORT


S. M. AVENZA BARGA 4 2 S. MARCO AVENZA: Mariani, Costa, Biagioni, Vaira, Bedini, Danesi, Pieri, Frediani, Voltici, Salvetti, Bonelli. A disp.: Tenerani, Luccetti, Rossi, Parisi, Cucurnia, Fabbiani. All. Taponecco. BARGA: Cappelli, Bonaccorsi, Biagioni, Biagi, Becchelli, Andreuccetti, Campani, Rocco, Compagnone, Pennacchi, Vanni. A disp.: Piacentini, Lazzarini, Santi, Pagani, Venturi, Marigliani e Turigliani. All.: Frediani. ARBITRO: Cordoni di Pisa. RETI: 11' Bedini (aut.), 18' Bedini, 28' Campani (rig.), 59' Salvetti, 61' Pieri, 65' Salvetti (rig.). AVENZA. Esce dal tunnel il San Marco dopo ben sei sconfitte consecutive. I rossoblù di mister Taponecco disputano una partita tutto cuore e s'impongono anche se faticando, di molto, sulla formazione del Barga per 4-2. Non è stata un'impresa facile in quanto la formazione rossoblù ha dovuto recuperare per ben due volte lo svantaggio. Parte subito bene la formazione del Barga che dopo 11' passa in vantaggio grazie ad una conclusione di Compagnone ribattuta dalla difesa e un intervento maldestro di Bedini manda alle spalle del portiere Mariani. Al 18' angolo di Bottici e Bedini si fa perdonare l'errore precedente trasformando per l'1-1. Al 28' su azione di contropiede il numero nove Compagnone viene atterrato in area per l'arbitro è calcio di rigore tira Campani e sigla la rete dell'1-2. Ripresa con i padroni di casa alla disperata ricerca del pareggio che al 59' con Salvetti che sforna magistralmente un calcio di punizione e porta sul 2-2 il risultato. Importantissima rete al 61' di Pieri su assist di Bottici che realizza il 3-2. Partita non ancora conclusa in quanto dopo 4' l'arbitro concede un calcio di rigore al San Marco che Salvetti trasforma con freddezza per il 4-2 finale. Una vittoria che ridà morale e ossigeno alla classifica che si era fatta preoccupante per il San Marco mentre per il Barga una buona prestazione però troppi errori in fase difensiva che hanno compromesso il risultato finale. Una squadra che sembra essere in netto recupero e ben disposta in campo. Nicola Morosini

Capezzano la spunta sull'ostico Avenza

il Tirreno — 13 dicembre 1999   pagina -1   sezione: SPORT


SAN MARCO AVENZA: Mariani, Biagioni, Vaira, Costa, Bertini, Frediani, Barbieri, Pieri, Bottici, Salvetti, Bonelli. All.: Taponecco. ARBITRO: Pierini di Pistoia. RETI: 5' Massei, 30' Salvetti (rigore), 46' Bottici (autorete), 76' Fortini, 93' Bottici. CAPEZZANO PIANORE. Il Capezzano Pianore fatica più del previsto a battere l'ostica squadra del San Marco Avenza. La compagine versiliese a conclusione di un incontro tirato e combattuto si è imposta di stretta misura 3-2. Il Capezzano parte bene e al 5' conclusione di una bella azione di contropiede sblocca il risultato con Massei. Gli ospiti superato lo shock per la rete subita a freddo si riorganizzano e si portano in avanti e al 30' pervengono al meritato pareggio grazie ad un calcio di rigore concesso dal direttore di gara per un fallo commesso da Fortini; dal dischetto si incarica del tiro Salvetti che non ha problemi a battere il valido portiere versiliese Mancini. In chiusura del primo tempo, nei minuti di recupero Bottici del San Marco Avenza è autore di una sfortunata autorete, che riporta in vantaggio il Capezzano di mister Viti. Nella ripresa si assiste ad una trasformazione del Capezzano Pianore; infatti il team versiliese ha quasi sempre in mano le redini dell'incontro, il San Marco Avenza però non demorde e fino in fondo contrasta il successo della squadra locale. Al 67' giunge la terza rete del Capezzano Pianore grazie ad una rete realizzata su calcio di punizione da Fortini. Il Capezzano a questo punto è sul 3-1 cala di concentrazione, ma gli ospiti non ne sanno approfittare e solo nei minuti di recupero al 93' accorciano le distanze a conclusione di un'azione di contropiede finalizzata in rete da Bottici, che così si riscatta dalla sfortunata azione della autorete

Coppa Toscana. Finisce con un assedio agli spogliatoi e inseguimento degli ospiti Ponte-S. Marco Avenza Colpo proibito, giocatore all'ospedale Marzano raggiunto da un pugno da un difensore degli ospiti

il Tirreno — 16 dicembre 1999   pagina -1   sezione: SPORT


PONTE. Un giocatore dell'Ac Ponte è finito all'ospedale privo di conoscenza dopo un un colpo al volto assestatogli da un avversario durante la gara, gli spogliatoi assediati sino al tardo pomeriggio ed i giocatori del S. Marco Avenza seguiti fino alle loro auto da una quindicina di tifosi biancorossi che gridavano: «Vergogna, questo non è calcio». E successo tutto ieri pomeriggio a Ponte Buggianese. Quella che doveva essere la partita di ritorno dei quarti di finale di Coppa Toscana tra Ac Ponte e San Marco Avenza (all'andata avevano vinto i carraresi per 3-1), dopo appena 25' di gioco si è trasformata in una battaglia fangosa senza esclusione di colpi. E con un finale non degno. Un episodio che ricorda lo scontro Innocenti-Olive in Perugua-Bari di qualche settimana fa. Una gomitata non vista dall'arbitro. Mentre tutti hanno poi visto in tv, lo scontro a suon di parolacce ed insulti fra Guacci, presidente del Perugia e Matarrese, patron del Bari. Ma torniami al Ponte, sceso in campo con le migliori intenzioni, anche per onorare la memoria di Giampiero Cortesi (i giocatori hanno giocato con il lutto al braccio e prima dell'inizio della partita è stato osservato un minuto di silenzio), storico dirigente biancorosso, deceduto lunedì scorso. Ed il match, in effetti, si era messo subito bene per i padroni di casa che Ll 10' passavano in vantaggio con Bertuccelli, dopo una bella azione Marzano-Ticchi che aveva portato quest'ultimo al cross. Il gol segnato subito aveva dato fiducia agli uomini di Nesti che, in un altro paio di occasioni avevano sfiorato il raddoppio. Al 26' l'episodio che ha trasformato l'incontro: Fabio Marzano, il neo acquisto del Ponte (proveniente dal Brugnato, Promozione ligure), e ieri al debutto è stato colpito «con un pugno a centrocampo da un difensore del San Marco Avenza». Il 27enne giocatore biancorosso è crollato a terra privo di conoscenza. Portato fuori dal campo con la barella, è stato subito trasportato all'ospedale di Pescia dove è stato sottoposto ad una serie di esami per valutare la gravità del colpo subìto alla tempia. Il bruttissimo episodio, però, non è stato visto dall'arbitro Lazzerini che, dopo l'uscita dal campo di Marzano, ha fatto riprendere il gioco senza espellere il giocatore e senza consultare i capitani delle due squadre. Peccato, che per i quarti di finale di Coppa Toscana, la Federazione Calcio Dilettanti non abbia inviato due guardalinee federali, che nell'episodio contestato, sarebbero stati di grandissimo aiuto al direttore di gara. Da quel momento la partita è degenerata con il San Marco Avenza che, sull'azione successiva, pareggiava il conto dei gol con Bonelli che approvittava di una ingenuità difensiva dei biancorossi. Il secondo tempo non aveva più storia: al 75' l'arbitro espelleva Bertuccelli per un fallo a palla lontana ed al 90' concedeva un rigore al Ponte Buggianese trasformato da Falconi. La partita finiva 2-1 per i padroni di casa con gli spogliatoi assediati e con il presidente biancorosso Maico Di Vita che parlava: «di una denuncia quasi sicura, per lesioni, nei confronti del calciatore carrarino reo di aver colpito Marzano». Resta da capire la dinamica dell'episodio

Un «giallo» in Coppa Toscana Ponte Buggianese contende le semifinali agli avenzini

il Tirreno — 04 gennaio 2000   pagina -1   sezione: SPORT


CARRARA. Inizia con un giallo il nuovo anno per il San Marco Avenza. Nell'ultimo comunicato ufficiale regionale, infatti, il Ponte Buggianese ha fatto ricorso in merito alla partita di ritorno dei quarti di finale di Coppa Toscana. In quell'occasione, come si ricorderà, i rossoblù, al termine di un'autentica battaglia, in campo e fuori, uscirono sconfitti per 2 a 1 dal terreno di gioco pistoiese, ma, grazie al 3-1 dell'andata, si qualificarono per le semifinali della competizione, che si disputeranno a marzo. Durante l'incontro successe anche un fattaccio: un giocatore di casa venne colpito con un pugno al volto, più o meno accidentalmente, da un avversario, e riportò una forte contusione tanto che venne accompagnato al pronto soccorso. Nell'ultimo comunicato della Lega regionale si dichiara che la società Ponte Buggianese ha effettuato un ricorso, anche se non vengono specificati i motivi in quanto solo dopo l'esito del ricorso stesso verranno resi noti. Molto probabilmente si tratta dello stesso motivo (non utilizzo di un under 19) per il quale rischia di essere penalizzata la Portuale nel torneo di Promozione. Per quanto riguarda il campionato (Prima categoria), invece, sotto la guida di mister Taponecco, dopo le feste, gli avenzini hanno ripreso le sedute di allenamento, in vista del match di domenica prossima sul terreno del Molazzana. Galvanizzati dall'importante successo sul Barbarasco nell'ultima gara del 1999, i rossoblù tenteranno di continuare la striscia positiva anche in trasferta cercando così di allontanarsi ulteriormente dalle posizioni di coda della graduatoria, in attesa di conoscere le decisioni del giudice sportivo in merito all'incontro di Coppa Toscana, nella quale la squadra avenzina si sta comportando davvero bene. (nic. mor.)

LUTTO NELLO SPORT E' morto «Tonino» Menconi

il Tirreno — 09 gennaio 2000   pagina -1   sezione: CARRARA


CARRARA. Lutto nel mondo sportivo cittadino. E' deceduto ieri Antonio Menconi, «Tonino», calciatore e dirigente della San Marco Avenza. Menconi, 66 anni, negli ultimi tempi, aveva dovuto rinunciare alla presenza al campo della «Covetta» per l'acutizzarsi della malattia. Era stato capitano del San Marco all'inizio degli anni'60, trascorrendo nelle fila dei rossoblù ben quindici stagioni. I funerali oggi alle 15 alla chiesa della Covetta.

Irresistibile il finale del Molazzana il San Marco Avenza non demerita

il Tirreno — 10 gennaio 2000   pagina -1   sezione: SPORT


MOLAZZANA S. MARCO AVENZA 3 1 MOLAZZANA: Bruni, Triti (Fabbiani), Bertoncini (Conti), Vanni, Coli G., Marigliani R., Milianti, Coli S., Donati, Marigliani M. (Tonini), Guidi. All.: Franchini. SAN MARCO AVENZA: Tenerani, Vaira (Pecoraro), Bedini, Frediani, Costa, Baldieri (Cucurnia), Danesi (Cipri), De Angeli, Pieri, Salvetti, Mazzei. All.: Taponecco. ARBITRO: Bettini di Firenze. RETI: al 35' Vanni, 72' Donati, 77' Guidi, 92 Mazzei. MOLAZZANA. La prima del 2000 IL Molazzana la apre in maniera molto positiva battendo per 3 a 1 il San Marco Avenza al termine di una gara dove i padroni di casa hanno meritato i tre punti ma il San Marco Avenza è uscito dal terreno ospite a testa alta dimostrando di essere una buona compagine e forse troppo giovane e che di conseguenza pecca di errori di gioventù. Sta di fatto che il Molazzana ha costruito la sua vittoria negli ultimi 20 minuti riuscendo ad andare in vantaggio nel primo tempo con Vanni che a seguito di un corner un batti e ribatti alla fine il tiro di Vanni che colpisce la traversa e poi si deposita in rete per il vantaggio dei locali. Il San Marco Avenza non crea grossi pericoli dalle parti del portiere Bruni ma si dimostra una formazione bene amalgamata. Nella ripresa poi il San Marco Avenza tenta di attaccare, crea qualche pericolo ma sventa sempre l'attento portiere Bruni. Si arriva così al 72' da un perfetto corner di Marigliani, l'imperioso stacco di Donati per la palla del 2 a 0. Passano 5 minuti e il San Marco Avenza stordito dal raddoppio di Donati subisce il terzo gol. Forse la cosa più bella con Guidi che salta 3 avversari, arriva al portiere Tenerani, con una finta lo mette a sedere e deposita in rete la palla che porta i locali sul 3 a 0. Troppo pesante il passivo per la formazione di mister Taponeco che solo nei minuti di recupero con Mazzei anche qui su azione personale dalla sinistra, un perfetto pallonetto e la gara che si chiude sul 3 a 1. Dicevamo una sconfitta troppo pesante per il San Marco Avenza ma una vittoria importantissima per la classifica e per il morale degli 11 di mister Franchini.Il Molazzana pur non giocando una partita di grande spessore tecnico ha conquistato quei tre punti necessari e importanti per la sua classifica. Una vittoria meritata anche se la certezza dei tre punti è venuta nei minuti finali grave anche alla volontà che ha dimostrato il San Marco Avenza che le ha tentate tutte fino al fischio finale.

La rete decisiva messa a segno a sorpresa dall'ottimo terzino Vaira San Marco si scopre grande e punisce al 90' il Piazza al Serchio

il Tirreno — 17 gennaio 2000   pagina -1   sezione: SPORT


SAN MARCO PIAZZA AL SERCHIO 1 0 SAN MARCO: Mariani, Vaira, Biagioni, Frediani, Costa, De Angeli, Barbieri, Mazzei, Bottici, Salvetti, Pieri; a disp.: Tenerani, Rossi, Lucetti, Bonelli, Masini, Cipritti. All.: Taponeco. PIAZZA AL SERCHIO: Rocchiccioli, Lunardi, Malatesta, Innocenti, Telloli, Biagioni, Masotti, Rinagli, Toni, Marigliani, De Lucia; a disp.: Malatesta, Mugnaini, Fantoni, Orsi, Giannasi, Biagini, Terzi. All.: Vanni. ARBITRO: Pernorio di Pisa. RETI: al 90' Vaira. CARRARA. Un grande San Marco si impone di misura e al 90' su un Piazza al Serchio convinto di poter venire sul terreno di Avenza dall'alto della sua seconda posizione in classifica e strappare facilmente i tre punti. Non è stato così. I rossoblù di mister Taponeco hanno gettato in campo molta cattiveria e determinazione specialmente nel secondo tempo. All'11' una punizione di Frediani e Salvetti manda poco fuori. Passano 4 minuti, punizione di Bottici, colpo di testa di Salvetti ed il portiere devia in calcio d'angolo. Ancora Salvetti, uomo partita al 43' spara sul portiere ma Rocchiccioli è bravo a dire di no per un'ulteriore volta. Ripresa sempre col San Marco in avanti e il Piazza al Serchio costretto a difendersi con grande affanno. Al 48' Salvetti spedisce ancora sul fondo. Al 65' è ancora Bottici dopo un bel duetto con Salvetti a tirare ma è bravissimo il portiere ospite ancora una volta ad impedire la rete. Al 72' una combinazione Barbieri-Bottici per quest'ultimo che non riesce a concludere da buona posizione. Al 75' azione personale di Mazzei che entra in area, riesce anche a mettere a sedere il portiere ma spara malamente sullo stesso estremo difensore che miracolosamente evita il vantaggio. Vantaggio che giunge ormai quando tutti non ci credevano più e cioè al 90': un calcio d'angolo dalla sinistra, il portiere Rocchiccioli fino a quel momento protagonista della partita, smanaccia malamente e permette al difensore Vaira, da due passi, di trasformare per l'1 a 0 e di regalare così 3 punti importantissimi per la classifica del San Marco. Nicola Morosini

Un derby ben giocato anche se le squadre non hanno rischiato troppo Il Montignoso si difende bene e strappa un punto con il San Marco

il Tirreno — 07 febbraio 2000   pagina -1   sezione: SPORT


SAN MARCO MONTIGNOSO 0 0 SAN MARCO AVENZA: Mariani, Vaira, Biagioni, Frediani, Costa, De Angeli, Barbieri, Danesi, Bottici, Salvetti, Pieri. A disposizione: Tenerani, Bonelli, Masini, Pagoraro, Cucurnia, Bedini, Lucetti. Allenatore: Taponecco. MONTIGNOSO: Zoppi, Baldi, Coli, Magnani, Benedetti, Bertagnini, Beryoneri, Belle, Mignani, Giannini, Menichini. A disposizione: Giannetti, Della Bona, Guadagnucci, Bonini, De Biasi. Allenatore: Lenzetti. ARBITRO: Grilli di Lucca. CARRARA AVENZA. Il derby tra San Marco Avenza e Montignoso finisce senza vinti nè vincitori. Un pareggio a reti bianche che accontenta le due squadre, ben messe in campo, con i locali un po' più intraprendenti nella prima ora di gioco, poi, complice la stanchezza, il Montignoso nella parte finale a tentare il colpaccio. Bene negli ospiti il trezino Coli, ottimo in copertura e in fase di rilancio, mentre la San Marco ha avuto in Barbieri un motorino instancabile, mentre sottotono è apparso il "gioiellino" salvetti. La cronaca: dopo cinque minuti di gioco, gli avenzini hanno una ghiottissima palla-gol con Pieri che arriva a tu per tu col portiere ospite Zoppi, ma sbaglia clamorosamente l'appoggio a rete. La San Marco insiste, ma è più una supremazia territoriale che non porta frutti consistenti. Nella ripresa i rossoblù di casa insistono nel pressing e al 55' sprecano un'altra invitante occasione: Danesi spara a rete da destra in diagonale, ma la difesa ribatte, la palla rimane nei pressi dell'area e Salvetti dal limite prova la fucilata che però svanisce a lato. Dopo quattro minuti De Angeli (buona prova la sua) tenta su punizione, ma la sorte non muta. Al 64' l'ultima occasione per i locali, ma la ressa in area è risolata dai difensori ospiti. A quel punto la San Marco cede spazi e il Montignoso cerca il colpo a sorpresa: Menichini prova su punizione, ma la palla va altissima. Poco dopo (43') Coli intercetta palla a centrocampo, vola sulla fascia destra, converge al centro, tira sotto la traversa, ma Mariani vola e tocca in angolo. N.M.

Centrolido e Avenza si dividono la posta

il Tirreno — 14 febbraio 2000   pagina -1   sezione: SPORT


CENTROLIDO AVENZA 1 1 CENTROLIDO: Cappelli, Benedetti, Meucci, Raffaetà, Lanteri, Vecoli, Farina (71' Lippi), Neri, Piaceri (56' Muro), Ventura, Valentini (80' Marchetti). AVENZA: Mariani, Vaira (65' Bonelli), Biagioni, Frediani, Costa, De Angeli, Barbieri, Mazzei, Bottici, Salvetti (85' Danesi), Pieri. A disp.: Tenerani, Cucurnia, Bedini, Pegoraro, Lucetti. ARBITRO: Nanchi di Pisa. RETI: 33' Meucci, 43' Salvetti (r.) LIDO DI CAMAIORE. Centrolido e San Marco Avenza chiudono in parità 1 a 1. I versiliesi del trainer Tedeschi, hanno dimostrato un gran carattere, in quanto hanno chiuso la gara in inferiorità numerica 9 contro 10 per le due espulsioni del capitano Vecoli e Lamperi. Insufficiente l'arbitraggio del signor Nanchi. Il San Marco Avenza si è dimostrato una compagine ostica scesa al campo sportivo «Magazzeno», con una chiara intenzione di fare il colpaccio, ma sulla sua strada ha trovato un super portiere del Centrolido Cappelli (ex Ninfea) al suo esordio in prima squadra, in quanto il portiere titolare Bani, ha dovuto dare forfait in extremis per un infortunio ad una spalla. Il primo tempo si è giocato su ritmi blandi e per buona parte giocato a centrocampo, la prima occasione da rete è per gli ospiti al 31' con un calcio di punizione dal limite che però termina fuori di poco al lato della porta difesa da Cappelli. Il Centrolido passato questo pericolo si scuote e si porta in avanti ed al 33' su calcio di punizione sblocca il risultato con una bella rete siglata da Meucci. Gli ospiti non demordono e si riportano sotto ed al 43' pervengono al pareggio, su calcio di rigore realizzato da Salvetti, per un fallo subito da Barbieri ai più apparso dubbio. Avvio dei secondi 45' favorevole agli ospiti, che sfiorano in due occasioni la rete del raddoppio la prima che finisce di poco fuori al lato della porta versiliese, la seconda viene ben neutralizzata dal portiere Cappelli; 56' punizione dal limite per il Centrolido battuta da Ventura ma è bravo il portiere avenzino a respingere l'insidioso tiro; 70' occasione da rete per il San Marco ma ancora una volta è strepitoso il portiere del Centrolido a bloccare a terra

San Marco gioca una ripresa super e passa a sorpresa col Podenzana

il Tirreno — 21 febbraio 2000   pagina -1   sezione: SPORT


SAN MARCO PODENZANA 2 1 SAN MARCO: Mariani, Vaira, Biagioni, Frediani, Costa, De Angeli, Barbiri, Mazzei, Bottici, Salvetti, Danesi. A disp.: Tenerani, Bonelli, Cucurnia, Rossi, Lucetti, Ciprì, Bedini. All. Taponecco. PODENZANA: Brocini, Pinelli, Politi, Centofanti, Santini, Ceragioli, De Stefano, Caiti, Storti, Anelli, Cadavecchia. A disp.: Natali, Baldassini, Vaccaro, Pellegrini, Castellini, Raspolini. All. Sassarini. ARBITRO: Chicca di Livorno. RETI: al 54' Salvetti, al 63' Pinelli, al 73' Bottici. AVENZA. Un grande San Marco sorprende tutti e elimina con una ripresa magistrale la vicecapolista Podenzana. 2-1 il risultato finale con reti tutte nella ripresa e grande gioco da entrambe le parti. Il primo tempo si conclude a rete inviolate ma sono almeno tre le conclusioni per parte per poter passare in vantaggio sia per quanto riguarda il San Marco che il Podenzana. Al 4' Bottici spreca una facile occasione mandando a lato. Passano otto minuti e i lunigianesi sfiorano il vantaggio con Caiti che manda alto. Al 15' è ancora Bottici senz'altro il migliore dei rossoblu che in area spedisce di poco a lato. Ancora Bottici al 23' ma è bravo Brocini a dirgli di no. Due conclusioni per quanto riguarda il Podenzana sul finire del primo tempo tutte ad opera di Politi. La prima viene parata da Mariani e la seconda si stampa sul palo. Ripresa molto più vivace rispetto al primo tempo con conclusioni dal limite di Salvetti e Sorti ed è proprio Salvetti al 54' con un grande bolide da fuori area a realizzare, complice una sfortunata autorete di un difensore lunigianese, a realizzare la rete dell'1-0. Passano nove minuti e una punizione dalla destra di Caiti trova Pinelli solo di testa a pareggiare il conto per il Podenzana. 1-1. Due minuti dopo calcio di rigore decretato dal signor Chicca per il San Marco ma questa volta Salvetti non è lucido dagli undici metri e si fa parare la conclusione. Al 73' infine un diagonale di Bottici trova lo spiraglio per la rete del 2-1 che fa esultare i molti tifosi giunti sulle tribune della Covetta. Il Podenzana si getta disperatamente in avanti alla ricerca del pareggio ma è poco lucido in fase conclusiva. Occasionissima d'oro però al 95' quando Pellegrini solo davanti al portiere batte freddamente ma spara alto per la gioia dei rossoblu che guadagnano tre importantissimi punti che li proiettano verso i vertici della classifica. Per il Podenzana invece una grande recriminazione.

Bottici trascina il San Marco Il Leone ora sente il «profumo» della promozione

il Tirreno — 22 febbraio 2000   pagina -1   sezione: SPORT


CARRARA. Il San Marco Avenza stende il Podenzana (2-1) e torna a far parlare di sè nelle alte sfere della classifica di Prima categoria. Un match giocato ad alti ritmi da entrambe le formazioni ma che alla fine ha premiato i rossoblù che hanno creduto fino in fondo nelle proprie possibilità. Grazie a Cristiano Bottici il San Marco conquista una vittoria insperata alla vigilia ma legittimata da una prestazione convincente tutta cuore contro l'ex vicecapolista del campionato che probabilmente ha commesso l'errore di scendere alla Covetta per una gara ritenuta «abbastanza facile» sulla carta. Grande prestazione del capitano che ha preso letteralmente per mano la squadra organizzando enormi quantità di azioni offensive in tandem con bomber Salvetti e realizzando il prezioso gol della vittoria che regala tre importantissimi punti utili alla formazione di Taponecco per scalare ulteriormente i gradini della classifica. Classifica. Ora il Leone si trova in settima posizione a 28 punti e, escludendo il Borgo Mozzano che con tutta probabilità andrà a vincere il campionato visti i suoi 42 punti, dista solo sei punti dalla zona promozione ossia il secondo posto occupato dal Candia Rc (34) prossimo avversario di Salvetti e compagni domenica prossima sul terreno del «Raffi» di Romagnano. Coppa Toscana. Domenica scorsa in tribuna alla Covetta erano presenti anche alcuni osservatori della formazione dell'Alberese prossima avversaria dei rossoblù nella semifinale di Coppa Toscana. Il match di andata si disputerà proprio sul terreno avenzino il prossimjo mercoledì 1 marzo mentre la gara di ritorno è prevista per mercoledì 15 marzo. (n.m.)

Eccellente rimonta del Romagnano suo il derby con il San Marco Avenza

il Tirreno — 28 febbraio 2000   pagina -1   sezione: SPORT


ROMAGNANO S. MARCO AVENZA 2 1 ROMAGNANO: Alberti R., Giannuzzi, Alberti F., Tonazzini, Mazzoni, Trombella, Borrini, Mosti, De Angeli, Pucci, Rivieri. A disposizione: Baldassarri, Bertozzi, Segnani, Bracci, Haregù, Maltana, Nesti. Allenatore: Ramagini. SAN MARCO AVENZA: Tinfena, Vaira, Bedini, Frediani, Costa, Pegoraro, Barbieri, Mazzei, Bonelli, Salvetti, Ciprì. A disposizione: Tenerani, Lucetti, Cucurnia, Rossi, Danesi, Biagioni, Bottici. Allenatore: Taponecco. ARBITRO: Martini di Pistoia. RETI: 64' Bonelli, 71' e 88' Segnani. ROMAGNANO. Il team di casa si aggiudica il derby con il San Marco Avenza per 2-1, nonostante gli ospiti fossero andati per primi in vantaggio nella seconda frazione di gioco. Dopo un avvio senza particolare entusiasmo, gli amaranto nel secondo tempo hanno subìto la rete dello svantaggio di Bonelli, che ha insaccato con un pallonetto grazie a un'uscita sfortunata di Alberti R. dai pali. Dopo l'inserimento di Segnani la partita ha cambiato volto e il Romagnano ha trovato nel forte attaccante l'arma della riscossa. Due suoi interventi, nell'arco di pochi minuti, hanno messo a dura prova gli ospiti, e soprattutto l'estremo difensore Tinfena, che è riuscito a stoppare due abili tiri da sotto porta della punta dei padroni di casa. Il gol del pareggio è giunto poi con Segnani, che ha trovato la rete con una discesa vincente su un assist di Trombella, che gli permetteva di infilare la sfera nella rete con un tiro al volo. Ma la voglia di successo degli amaranto non conosceva sosta e nuovamente Segnani, grazie a un passaggio di Pucci e il successivo dribbling di un difensore ospite, metteva la palla nel sacco per la gioia dei propri sostenitori, fra cui Paolo Guerra, presidente della Figc provinciale, che ha seguito questo derby. Anche il San Marco Avenza si è ben difeso, dimostrando di meritare la posizione che occupa in alta classifica, ma i padroni di casa, anche se privi dei titolari Vignali e Galloni, hanno mostrato buona qualità di gioco e grinta, che hanno permesso loro di reagire bene a un verdetto in partenza negativo. Ancora una volta determinante è risultata la regia del mister Ramagini, che ogni volta riesce ad azzeccare gli schemi giusti da applicare in campo. Ora la sua squadra naviga nelle alte sfere della classifica e sogni di gloria non sono più proibiti. Il Romagnano può ancora dire la sua in fatto di promozione.

Coppa Toscana. L'Alberese esce indenne (1-1) da Avenza

il Tirreno — 02 marzo 2000   pagina -1   sezione: SPORT


S.MARCO AVENZA. L'Alberese pareggia sul campo del S.Marco Avenza la partita di andata di semifinale di Coppa Toscana con il risultato di 1-1 e mette una buona ipoteca sulla gara di ritorno al Comunale di Alberese per mercoledì 15 marzo prossimo. Nel primo tempo i bianconeri di Learco Cucini potevano agevolmente chiudere la partita se avessero sfruttato a dovere le occasioni di Giovani e Pedone, con salvataggio in extremis sulla linea di un difensore del San Marco Avenza. Al 38' l'Alberese andava in vantaggio con Criscuolo ma nella ripresa gli avversari reagivano e su calcio piazzato dal limite dell'area infilavano la porta di Pulcini e pareggiavano. Il pareggio sta stretto ai cinghialotti del Parco se si analizza quanto espresso nella prima frazione di gioco quando potevano e dovevano chiudere la partita, subendo però nella ripresa la reazione della giovane e veloce squadra avversaria che non ci stava a capitolare sul proprio campo. Tutto sommato si tratta di un buon pareggio che permette a Cucini di impostare con tranquillità la gara di ritorno

Il San Marco sfiora il colpaccio Borgo a Mozzano deve difendersi

il Tirreno — 06 marzo 2000   pagina -1   sezione: SPORT


SAN MARCO BORGO A MOZZANO 0 0 SAN MARCO:Tenerani, Danesi, Biagioni, Frediani, Costa, De Angeli, Barbieri (88'Bedini), Pegoraro, Bottici, Salvetti (73' Cipri), Bonelli (85'Cucurnia). A disp. Frediani, Lucetti. All. Taponecco. BORGO A MOZZANO: Pellegrini, Buffetto, Ceragioli, Guidotti, Pollastrini (63'Lencioni), Cucurnia, Luporini, Serafini, Basili, Moriconi, Pescaglini (59'Meschi). A disp. Tonarelli, Salvoni, Bianchi, Bacci, Faini. All. Vanni. ARBITRO: Iaria di Pisa. NOTE:espulso De Angeli al 55'. CARRARA. Il San Marco sfiora il colpaccio contro la capolista che rischia in almeno quattro occasioni il colpo del clamoroso ko ma riesce alla fine a portar via uno 0-0 da Avenza che frutta un punto e che le permette di proseguire senza particolari problemi la corsa solitaria in testa al campionato di Prima categoria. I rossoblù mettono letteralmente paura ai biancazzurri lucchesi scesi sul terreno della Covetta forti dalla loro posizione di classifica ma incapaci di rendersi veramente pericolosi nell'intero arco dei novanta minuti di gioco. Partono a razzo i ragazzi di mister Taponecco e già all'8' con Danesi impegnano seriamente Pellegrini. All'11' un pericoloso stacco di testa di Pegoraro va fuori di un soffio. Passano dieci minuti e Bonelli prima colpisce su ribattuta fortuita il palo e successivamente manca clamorosamente il tempo della conclusione da buona posizione. Al 28' da un corner dalla sinistra De Angeli spedisce di poco a lato. A due minuti dal termine della prima frazione di gara una punizione di Frediani trova Pellegrini pronto a respingere la conclusione. Ripresa sulla falsariga del primo tempo col San Marco costretto in dieci uomini per una buona mezz'ora causa l'espulsione di De Angeli per somma di ammonizioni. Solo al 57' la prima vera conclusione ospite verso la porta di Tenerani con Guidotti e successivamente al 66' Basili non approfitta di una buona occasione. All'81' un'altra punizione di Frediani non trova lo spiraglio vincente ed il match si conclude sullo 0-0. Un pareggio che, alla vigilia il San Marco avrebbe sicuramente sottoscritto ma, considerato l'andamento della gara e la deludente prestazione della capolista apparsa troppo arrendevole rispetto ad altre occasioni, i giocatori rossoblù si mordono le mani per tre punti clamorosamente sfuggiti di mano che avrebbero permesso loro di fare un deciso balzo in avanti verso le posizioni di vertice della classifica.(n.m.)

Il Sillicagnana fa il pieno con una prova d'orgoglio

il Tirreno — 13 marzo 2000   pagina -1   sezione: SPORT


SILLICAGNANA S. MARCO AVENZA 1 0 SILLICAGNANA: Biagioni, Fanani, Ghini, Magagnini, Bonanni, Canova, Lunardi I (Buriani), Vangioni P. (Tamburi), Vangioni V., Grisanti, Pucci (Lunardi II). Allenatore: Fanani. SAN MARCO AVENZA: Temerari, Biagini, Devini, Frediani, Costa, Pecoraro, Danesi, Barbieri, Bottici (Meini), Salvetti, Bonelli. Allenatore: Taponecco. ARBITRO: Licitro di Firenze. RETI: all'85' Tamburi. SILLICAGNANA. In una gara scorbutica, dominata nel primo tempo dagli ospiti, ma senza creare occasioni gol, il Sillicagnana nei minuti finali, grazie a una rete realizzata di testa sulla respinta del portiere Temerari, ha firmato con Tamburi una vittoria importante. E per il Sillicagnana, anche se la squadra rimane in penultima posizione in classifica, è molto importante il fatto di essersi avvicinata allo Stiava e al Barbarasco, a una sola lunghezza di distanza. La partita di ieri non era di quelle facili, anche perché il San Marco Avenza, con la forza dei suoi 29 punti, cercava l'ulteriore punto della tranquillità. Saliti in Garfagnana con questo preciso intento, gli ospiti nel primo tempo hanno avuto il netto predominio del gioco, ma senza creare grossi pericoli dalle parti del portiere Biagioni. Nella ripresa la gara si è fatta molto diversa, perché il Sillicagnana ha deciso evidentemente di affrontarla con un altro spirito e con ben altra vigoria, sia atletica che tecnica. La compagine di mister Fanani raccoglieva i frutti di questa fatica a cinque minuti dalla fine, quando con Valter Vangioni, bravissimo a saltare sull'uomo, costringeva il portiere ospite a una corta respinta sulla quale si avventava in tuffo di testa Tamburi, che realizzava così il gol, importantissimo, della vittoria. Passavano poi molto lentamente gli ultimi minuti di gara, ma al triplice fischio dell'arbitro che sanciva la fine del match, è stata davvero grande, e manifestata con urlante tripudio, la soddisfazione nel clan del Sillicagnana per la conquista, meritata, di questi importantissimi tre punti

PAREGGIO Il San Marco esce dalla Coppa Toscana

il Tirreno — 16 marzo 2000   pagina -1   sezione: SPORT


ALBERESE: Pulcini, Paris, Criscuolo, Marconi, Mainardi, Martino, Vaccaro, Saleppico, Beri, Pedone, Giovani (Verdiani). All. Cucini. S.MARCO: Bardini, Vaira (Cipri), Bedini, Frediani, Costa, De Angeli, Danesi, Pegoraro (Pieri), Bottici, Salvetti, Bonelli. All. Taponecco. ARBITRO: Muti di Piombino. NOTE: espulsi Beri e Salvetti al 55'. ALBERESE. L'Alberese si qualifica per la finale di Coppa Toscana, pareggiando (0-0) con il San Marco Avenza, al termine di una partita non bella ma tirata che ha premiato i ragazzi di Learco Cucini, che all'andata avevano pareggiato per 1-1 sul campo della Covetta. Il San Marco esca dalla Coppa, con amarezza. L'Albrese avrebbe potuto fare sua la gara se bomber Pedone, al 20' del primo tempo, non si fosse fatto parare un debole calcio di rigore, concesso dall'arbitro per atterramento in area di Giovani lanciato a rete. Tatticamente ineccepibile la condotta dei bianconeri, che sono riusciti a controllare la gara, anche se fin all'ultimo hanno dovuto «penare» perché con un gol i ragazzi di Taponecco avrebbero conquistato la finale, che invece vedrà di fronte l'Albarese e il Capolona.

Zampata del San Marco Coreglia si arrende

il Tirreno — 20 marzo 2000   pagina -1   sezione: SPORT


COREGLIA: Benvenuti, Pierantoni, Verzani, Bertoncini, Belmonte, Pellegrini, Lunardi, Giuliani, Togneri, Marchetti, Ferrari. A disp. Benedetti, Viviani, Pucci, Cacicia, Donati, Dal Porto. All. Cardella. ARBITRO: Arturi di Pisa. RETE: 43' Bottici. CARRARA. Con una zampata vincente di Cristiano Bottici a pochi minuti dallo scadere del primo tempo il San Marco batte il Coreglia e mette fine ad una settimana nera, iniziata male la scorsa domenica con la sconfitta di Sillicagnana e continuata peggio con l'eliminazione in Coppa dopo il pareggio a reti inviolate sul terreno dell'Alberese. Un match ben giocato da parte dei ragazzi di mister Taponecco che tornano alla vittoria dopo un periodo di appannamento rilanciandosi in questo modo verso le posizioni di vertice della graduatoria; d'altro canto un Coreglia giunto ad Avenza in gita turistica non avendo nessun problema di classifica in quanto a quota 30 non ha praticamente più nulla da chiedere a questo campionato, se non di terminare degnamente una stagione senza inffamia e senza lode. Dopo il primo tempo conclusosi col vantaggio avenzino, la ripresa è apparsa senza dubbio più vivace per merito dei rossoblù alla ricerca del raddoppio che avrebbe dato maggior tranquillità, mancato di un soffio in parecchie occasioni con le conclusioni di Salvetti, Pegoraro e Barbieri. Ma proprio allo scadere il San Marco ha rischiato grosso. Solo una prodezza del «portierino» Tenerani, autore di un intervento miracoloso su Ferrari ha salvato il successo dei padroni di casa. Con questa vittoria i ragazzi di mister Taponecco guardano ai restanti impegno con maggiore seremnità, considerato anche il fatto che è venuto meno, proprio in settimana, l'obiettivo principale della stagione, ovvero la conquista della Coppa Toscana e il conseguente passaggio in Promozione. N. M.

Un «colpo» di Bottici fa vincere il San Marco

il Tirreno — 22 marzo 2000   pagina -1   sezione: SPORT


CARRARA. Convincente affermazione casalinga del San Marco sul Coreglia (1-0) nella 24a giornata di prima categoria. Una magìa di Cristiano Bottici a pochi minuti dal termine del primo tempo regala tre punti ai rossoblù che, in questo modo smuovono la classifica passando a quota 32 e soprattutto si lasciano alle spalle l'amaro ricordo della beffarda eliminazione in Coppa Toscana dopo lo 0-0 sul terreno dell'Alberese. Quello disputato domenica alla Covetta è stato un match senza dubbio positivo in cui i ragazzi di mister Taponecco hanno dato prova di grande carattere aggredendo anche nella ripresa una squadra, il Coreglia, apparsa a dire il vero tutt'altro che motivata, scesa ad Avenza col chiaro intento di limitare i danni data la tranquilla posizione di centro classifica. Ma se il San Marco ha portato a casa i tre punti molto merito, anche a detta degli stessi compagni sentiti negli spogliatoi nel dopo, va attribuito al giovane portiere Tenerani che non ha fatto rimpiangere il «vecchio» Mariani ed anzi si è reso protagonista di un miracoloso intervento a tempo scaduto salvando con un grande intervento porta e risultato con la prontezza di riflessi di un veterano. Prossimo appuntamento per i rossoblù è per domenica prossima sul campo della pericolante Stiava terz'ultima a quota 25. Un match difficile ma non certamente impossibile se Salvetti e compagni sapranno ripetere la prestazione caratteriale offerta contro il Coreglia. (nic. mor.)

Barga determinato vince col San Marco Avenza

il Tirreno — 03 aprile 2000   pagina -1   sezione: SPORT


BARGA S. MARCO AVENZA 1 0 BARGA: Micchi, Bonaccorsi, Santini, Santoni, Biagioni, Cantini, Campani, Petrozza (69' Biagi), Compagnone, Pennacchi, Vanni. All.: Frediani. SAN MARCO AVENZA: Mariani, Baira, De Angelis, Frediani, Costa, Pecoraro (68' Casani), Danesi, Mazzei, Bottici, Salvetti, Cipri (73' Benelli). All.: Taponecco. ARBITRO: Bettini di Firenze. RETE: al 37' Petrozza. BARGA. Dopo un lungo digiuno il Barga torna al successo e lo fa in maniera meritata contro un San Marco Avenza che sicuramente esce a testa alta dallo Jonny Moscardini. Torna al successo anche perché l'imperativo, prima della gara, era quello di vincere per togliersi definitivamente da una posizione di classifica certamente più meritevole del suo blasone calcistico. La gara non è stata esaltante anche se i padroni di casa hanno creato più occasioni gol ed hanno realizzato la rete del successo al 37' del primo tempo, con Petrozza bravo ad approfittare di un'ingenuità difensiva, ed a trovarsi a tu per tu con Mariani superandolo con un tocco delizioso di destro nell'angolo alla sinistra del portiere ospite. Poco prima al 25', da una bell'azione di Campani, era arrivato un gran tiro di Cantini che colpiva in pieno la traversa. Poi due belle parate del portiere Mariani: la prima su Campani e la seconda su il Compagnone. Segnato il gol il Barga al 39', però, ha rischiato perché Cipri si è trovato a pochi passa da Micchi. Il portiere locale ha davvero compiuto un bell'intervento, mettendo la palla in corner. Nella ripresa c'è stato più equilibrio anche se al 66' il portiere ospite sembrava meritare l'espulsione. Su una classica azione di contropiede Compagnone ha costretto il portiere fuoriarea e c'è stato fallo. Però, per il direttore di gara, si è trattato solo di calcio di punizione. Così il difensore Santoni ha chiamato al grande intervento in angolo il portiere Mariani. Al 78' il Barga ha sfiorato il raddoppio grande azione solitaria di Biagi che scambiava con Compagnone: il suo tiro in diagonale lambiva il palo alla destra del portiere Mariani.

Il Leone vuole il punto della certezza definitiva

il Tirreno — 30 aprile 2000   pagina -1   sezione: SPORT


CARRARA. Arrivederci casalingo per il Leone che si congeda questo pomeriggio dal suo pubblico nel match che lo vede affrontare il Molazzana. Novanta minuti senza particolari sussulti anche se mister Taponecco riesce ancora a dare un po' di pepe a questa sfida. «Al San Marco - dichiara il mister rossoblù - manca ancora un punto per essere tranquillo. In questa parte di stagione bisogna restare concentrati ed attenti poichè si possono verificare risultati inaspettati che ti possono risucchiare in posizioni decisamente scomode». Ovvio quindi che contro il Molazzana si giocherà per non perdere ed un punto, quello desiderato da Taponecco potrebbe giungere anche senza troppi sforzi considerato che, se il San Marco ha poche motivazioni, gli ospiti addirittura potrebbero venire ad Avenza in gita turistica anche se a perdere, ovviamente, non ci sta nessuno. Domani è anche il gran giorno della Portuale. «Sono molto contento - prosegue Taponecco - del campionato dei marinelli. Mister Maracci si conferma allenatore di prestigio e spero con tutto il cuore che riescano nell'impresa». (nic. mor.)

I locali accorciano le distanze, poi falliscono un rigore decisivo S.M. Avenza, congedo alla grande (ma il Molazzana non demerita)

il Tirreno — 01 maggio 2000   pagina -1   sezione: SPORT


S. MARCO AVENZA MOLAZZANA 3 1 SAN MARCO: Mariani, Vaira, Biagioni, Frediani, Rossi, Costa, Danesi, Gigli, Bonelli, Salvetti Pieri. A disp. Tenerani, Casani, Cucurnia, Bedini, Pegoraro, Cipri. All. Taponecco MOLAZZANA:Bruni, Fabiani, Bertoncini, Marigliani R, Coli G, Tonini, Miglianti, Coli s, Donati, Marigliani M, Guidi. A disp. Viviani, Giannasi, Conti, Triti. All. Franchi. ARBITRO: Basile di Firenze. RETI: 13' e 49' Pieri, 18' Salvetti, 74' Conti. CARRARA -Il San Marco si congeda dal pubblico amico della Covetta, peraltro pochi intimi, con una vittoria netta e convincente contro una formazione, il Molazzana che non si è dannata l'anima più di tanto anche se nella ripresa ha avuto una timida reazione d'orgoglio che avrebbe potuto addirittura riaprire il match se non avesse fallito un penalty sul 3-1. Apre le danze il San Marco con Pieri che al 13' con un preciso diagonale dopo una bella azione personale trafiggeva Bruni per il vantaggio rossoblù. Passano soltanto cinque minuti quando «Genio» Salvetti raddoppia con uno dei suoi soliti tocchi. Il San Marco preme ancora sull'accelleratore e manca il tris di un soffio in almeno tre occasioni capitate sui piedi di Pieri prima e Salvetti e Bonelli poi. Ripresa sulla falsariga del primo tempo con i ragazzi di mister Taponecco, orfani di capitan Bottici assente per squalifica, a dettare legge fin dai primi minuti. Passano quattro primi e Gigli con un grande tocco d'esterno serve benissimo Pieri che realizza il terzo gol. Il Molazzana ha una reazione d'orgoglio segnando prima la rete della bandiera con conti su punizione al 74' e fallendo con Donati un rigore all'81'. Tra i rossoblù prova autorevole di Salvetti e Gigli, mentre nelle fila lucchesi hanno brillato Donati e Marigliani mentre Tonini è apparso in parecchie occasioni troppo fuori dal gioco anche se ha distribuito un numero considerevole di palloni alle punte. N.M. PIAZZA AL SERCHIO S. MARCO AVENZA 4 0 PIAZZA AL SERCHIO: Alessio Malatesta, Telloli (60' Biagioni), Tagliasacchi, Giannasi, Librizzi, Pinagli, Masotti, Niky Malatesta, Mugnaini, Alessio Malatesta (85' Fantoni), Perni (52' Innocenti). All. Vanni. S. MARCO AVENZA: Mariani, Biagioni, Bedini, Frediani, Casani (46' Mazzei), Cucurnia (46' De Angeli), Danesi (80' Vanelli), Costa, Bottici, Pieri, Barbieri. All. Taponecco. ARBITRO: Rocchi di Pontedera. RETI: 2' Masotti, 10' Mugnaini, 54' Tagliasacchi, 60' Niky Malatesta. PIAZZA AL SERCHIO. Il Piazza al Serchio ha riassaporato dopo una lunga astinenza il gusto della vittoria chiudendo il suo deludente campionato con un rotondo 4-0 nei confronti del San Marco Avenza. Partita subito in discesa per i ragazzi allenati da Gabriele Vanni che già al 10' erano in vantaggio per 2-0, grazie alle reti messe a segno al 2' minuto da Masotti con un sinistro imprendibile e al 10' con Mugnaini presentatosi solo davanti a Mariani che al primo tentativo era riuscito a respingere la palla ma poi la stessa era tornata sui piedi dell'attaccante che depositiva in rete. La risposta ospite si concretizzava al 25' con un debole colpo di testa di Costa. Al 28' Masotti in slalom faceva fuori due difensori, la palla arrivava a Mugnaini anticipato però da Bedini. Al 50' doppia respinta di Malatesta sulle conclusioni ravvicinate di Danesi e di Bottici. Al 54' infortunio del portiere ospite sulla punizione calciata da fuori area da Tagliasacchi: la palla gli sfuggiva di mano e finiva nel sacco. La quarta rete la metteva a segno Niky Malatesta con un tiro al volo su traversone di Masotti al 60'. Bottici e Barbieri nel finale cercavano il gol della bandiera ma Malatesta negava loro la soddisfazione.

04/06/2010



Il contenuto di questa pagina richiede una nuova versione di Adobe Flash Player.

Scarica Adobe Flash Player






21
giu

LUTTO
E' scomparso Fabio Bresci

16
giu

SMA 1926
Gli allenatori delle squadre ad 11

5
giu

ALLIEVI B
Rossoblu in semifinale Cerbai

22
mag

ECCELLENZA
Ufficializzazione nuovo tecnico

6
mag

S.M. AVENZA
Importante fine settimana per le giovanili

22
apr

SMA 1926
Il weekend agonistico

15
apr

PASQUA 2017
Gli auguri della Società



Guarda le ultime News

P.I.:01145510457 - Realizzato da Mantra Multimedia
Guarda le ultime News